'Brave New World' prende di mira i cacciatori di potere nell'episodio 6 (RECAP)

Alden Ehrenreich in Brave New World Episodio 6
Avviso spoiler

NBC Pavone

[Avviso spoiler: questo riepilogo contiene spoiler di Nuovo mondo Stagione 1 Episodio 6, Nella sporcizia]



Ho già elogiato Nuovo mondo per la sua esplorazione dell'eccesso di farmaci, ma è anche degno di lode per la sua satirizzazione della cultura pop che insegue tendenze e usa e getta. Questo episodio si diverte molto a deridere una generazione di selfie, cacciatori di prestigio, adoratori di celebrità, il tipo di persone che saltano da una moda all'altra per mantenere i propri follower su Instagram a ticchettio verso l'alto.



John (Alden Ehrenreich) è essenzialmente una celebrità a New London. Le persone si gettano l'una sull'altra per stare in sua presenza, fissandolo a bocca aperta e sbavando sulle sue storie selvagge. Tutti sfoggiano l'ultima tendenza della moda, un occhio nero chiamato The Foster, un riferimento al pugno che Henry Foster (Sen Mitsuji) ha preso da Bernard (Harry Lloyd). Irrigidimento e popolarità sono i nomi del gioco; è come quegli influencer di Instagram che posano per le foto a Chernobyl. Riguarda la cosa più controversa e sexy sul mercato, e in questo momento, quello è John, con i suoi racconti abbelliti di teppisti selvaggi, il robusto antieroe che ha combattuto contro bande selvagge per stare con la donna che amava.

La gente mangia le storie di John come se fossero soma, e lui si abbandona alle ricompense, al sesso, all'attenzione, alla celebrità. In molti modi, John si inserisce perfettamente nel corpo sociale. Anche quelli intorno a lui ne beneficiano, come Bernard, il cui accesso al selvaggio gli conferisce un'aria di importanza, anche se è molto il compagno del ragazzo popolare. Questo è il motivo per cui è fondamentale per Bernard che John continui a recitare la sua parte, essere il selvaggio selvaggio e selvaggio che la gente vuole che sia. Ma John è stanco di raccontare la stessa storia notte dopo notte a un gruppo di tossicodipendenti materialisti. Mentre partecipa ai piaceri, John non vuole rinunciare del tutto alla sua umanità o spegnere completamente le sue emozioni. Desidera ancora qualcosa di più della semplice gratificazione del sistema delle caste dello Stato Mondiale.



E così, John riparte, nella notte, dove si imbatte in un'altrettanto scontenta Lenina (Jessica Brown Findlay). John la incoraggia a venire con lui, a liberarsi dalla sua routine per una volta. Lenina esita; quel genere di cose non si fa. È il tuo condizionamento, dice John, restituendole le sue stesse parole. Prendendo la presa in giro come una sfida, Lenina decide di andare con lui, saltando sul treno Epsilon verso la periferia della città, oltre i campi di grano e lo splendido scenario rurale. È un posto dove Lenina non è mai stata prima, non sapeva nemmeno che esistesse. È arrabbiata, e giustamente. Perché non sono mai stato qui?! urla, anni di frustrazione manifestati in un urlo. C'è così tanto che non ha visto o fatto, e John le offre la possibilità di sperimentarli.

Steve Schofield/Pavone

Nel frattempo, Bernard ha di nuovo perso le tracce del suo selvaggio, il che preoccupa per due motivi. In primo luogo, è imbarazzante, perché Bernard ha promesso di portare John alla cerimonia di investitura di Henry. In secondo luogo, e forse peggio per Bernard, nega la sua importanza. Il consigliere nevrotico si scusa con Henry per l'assenza di John, scusandolo per ciò che i selvaggi chiamano 'nausea mattutina', che è una grande battuta. Henry non sembra preoccuparsene; infatti, il fatto che John non sia presente è un bene per lui. Significa che le persone possono finalmente iniziare a stancarsi del selvaggio delle celebrità e smettere di indossare il trucco per gli occhi Foster. Henry dice a Bernard che John non è più alla moda, quindi, nemmeno Bernard, e dovrebbe tornare a fare un lavoro che è più al suo livello.



Bernard potrebbe essere un piagnucolone tenace, ma almeno non è uno stronzo completo come Henry. Pertanto, provi un leggero senso di simpatia per lui, nonostante la sua patetica disperazione. E, fidati di me, Bernard è veramente disperato. Fa un discorso sconclusionato sui suoi sforzi eroici nelle Terre Selvagge, riferendosi ancora una volta al dramma automobilistico, che sta diventando uno dei richiami più divertenti dello show. Cerca di fare appello ai desideri di base del gruppo, parlando della violenza, del sangue e dell'omicidio. Ma gli ospiti della cena lo fissano con aria assente. Lasciami ricominciare, dice, prima di passare alla sua migliore voce autorevole, ero nelle Terre Selvagge... Lloyd è davvero fantastico in questo ruolo, ed è straordinario vederlo come una parte importante di uno spettacolo ad alto budget come questo.

Hannah John-Kamen in Brave New World Episodio 5

Steve Schofield/Pavone

Helm (Hannah John-Kamen) fa sapere a Bernard con tatto che il suo momento di gloria è finito. Le persone si muovono velocemente in questo mondo. Semmai, Bernard dovrebbe ritenersi fortunato di avere anche avuto una parvenza di gravitas per un breve periodo. Le persone vogliono cose nuove perché sperano che possa essere la prossima grande cosa, spiega Helm, che sforna costantemente nuovi sentimenti per placare le masse. Vogliono più grande, più caldo, più duro, più veloce. Dobbiamo darlo così perché potrebbero rendersi conto che non è affatto nuovo, solo la cosa vecchia ma di più. Secondo Helm, la cosa peggiore è che le persone si annoiano e restano sole con i propri pensieri. Le persone non vogliono essere piccole; vogliono essere grandi, afferma, prima di avere l'idea di presentare dei giganti nel suo prossimo Feely.



Bernard, però, ha anche un momento di ispirazione. Si rende conto di ciò che le persone veramente volere. Vogliono essere selvaggi, dice come se tutto nel mondo avesse improvvisamente un senso. Vogliono provare com'è essere liberi da se stessi. Helm respinge la teoria di Bernard come ridicola, sapendo che sta diventando pericolosamente vicina all'eresia. Questo è quello che tu Voglio, Bernard, dice, il che è anche vero, ad essere sincera. Helm dice a Bernard che la tendenza selvaggia è finita. In effetti, John, dice, non è affatto un selvaggio. Non è particolarmente violento o barbaro, solo nelle storie esagerate che racconta. Gli piace il sesso e il soma come tutti gli altri, osserva Helm. Non c'è davvero niente di così selvaggio in lui.

Helm ha ragione; è solo ciò che gli altri proiettano su John in base ai loro pregiudizi e stereotipi. John è in realtà intelligente, gentile e premuroso, come vediamo durante il suo viaggio con Lenina. Chiacchiera con gli Epsilon, cosa che sconvolge Lenina, che è condizionata a non conversare con la classe operaia. Sono solo persone, le ricorda John. È tutto un po' troppo per Lenina, che lotta con il suo conflitto interiore, parte del suo desiderio di rimanere nelle Terre Selvagge. Ma John le dice che può essere tutto ciò che vuole proprio qui, anche sotto l'occhio vigile di Indra. Interpretano il ruolo dell'ultimo uomo e donna sulla terra, solo loro due, nella loro casetta in riva al lago. E mentre si abbracciano, nudi sotto le stelle, sono collegati, non a tutti gli altri, solo l'uno all'altro.



Ma tornato a casa, John brama ancora l'attenzione, proprio come fa Bernard. Quando Bernard gli dice che la gente si annoia di lui, John si fa beffe. C'è una discussione esilarante in cui il povero Gary the Gamma (Matthew Aubrey) finisce come un bambino confuso catturato nel mezzo di genitori che litigano. Tuttavia, mentre Bernard stringe il pugno per combattere, John si rende conto di cosa sta succedendo. I due uomini litigano mentre la loro lotta trasmette in giro per New London tramite l'interfaccia ottica di Gary. È come il pro-wrestling PPV, che fornisce il sangue e il coraggio che le persone si aspettano da un selvaggio (e impostato su una colonna sonora pulsante di Justice). John ci gioca, dicendo a Bernard di colpirlo e incitando all'azione dicendo che è andato a letto con Lenina (più tardi mente e dice di essersi inventato). All'improvviso, John e Bernard sono di nuovo i ragazzi più popolari del campus. Bernard, sporco piccolo genio, sussurra Helm tra sé e sé.

Steve Schofield/Pavone



Tutto il dramma tra John, Lenina e Bernard è scintillante in questo momento. Il trio si sta davvero affermando come personaggi. E la sceneggiatura quasi sempre inchioda il tono giusto tra la serietà da soap opera e l'umorismo ironico. Anche Helm è un personaggio divertente, con le sue idee sempre più ridicole e sensuali (e Hannah John-Kamen viene dal mio collo dei boschi, quindi sono sempre felice di vederla fare bene). Sono anche contento di vedere che gli spot pubblicitari fanno ancora parte dello spettacolo (il romantico Red Soma è il momento clou di questo episodio).

L'unica parte dello spettacolo che non mi sento è la trama laterale con il World Controller Mustafa Mond (Nina Sosanya) e le sue battaglie con il computer del mondo senziente. Qui apprendiamo che Mustafa è uno dei creatori originali che hanno costruito il sistema Indra, che il suo vero nome è Jane e che potrebbe essere umana? Ci sono resti della vecchia Londra sepolti sotto la nuova città, dove gli altri scienziati OG giacciono in coma, inseriti in una sorta di Matrice -simulazione simile. Uno di loro è Elliot, che ha la stessa faccia di CJack60 ( Joseph Morgan ), presumibilmente l'uomo su cui si basavano molti dei cloni di Epsilon. Elliot si siede su una spiaggia simulata, implorando Mustafa di rinunciare al suo controllo e unirsi a lui. È tutto un po' di fine stagione Perso per i miei gusti.



Nuovo mondo dà il meglio di sé quando mantiene le cose leggere e si affida alle relazioni dei suoi personaggi. È molto più interessante quando si concentra sulla condizione umana piuttosto che su robot e computer onniscienti. Per fortuna, la serie tende più alla prima che alla seconda, e spero che rimanga tale.

Nuovo mondo , Ora in streaming, Pavone

Clicca qui per più dei nostri Nuovo mondo riassume.