Cosa è successo a Charlie Sheen in 'Due uomini e mezzo': uno sguardo indietro di 10 anni dopo

Due uomini e mezzo - Charlie Sheen, Jon Cryer

CBS '818JKLPUZO' -- Copertura episodica della serie della CBS DUE UOMINI E MEZZO, programmata in onda sulla rete televisiva CBS. Foto: Greg Gayne/Warner Bros. 2009 Warner Bros. Televisione. Tutti i diritti riservati.

Fino al 7 marzo 2011, Charlie Sheen è stato uno degli attori più pagati in TV per il suo ruolo in Due uomini e mezzo come lo scapolo iper-sessuale Charlie Harper. Ma poi tutto è andato a rotoli per l'attore in una faida molto pubblica con la Warner Bros. Television e il produttore Chuck Lorre. Ecco, analizziamo cosa è successo.



L'ultima cannuccia

Due uomini e mezzo , allora la commedia più apprezzata della CBS, aveva sospeso la produzione all'inizio dell'ottava stagione in modo che Sheen potesse partecipare alla riabilitazione dopo un anno di incidenti legati alla droga e all'alcol, come Reuters segnalato a suo tempo.



Lo spettacolo - interpretato da Jon Cryer e Angus T. Jones nei panni del fratello residente di Charlie Harper, Alan e del nipote Jake - avrebbe dovuto riprendere la produzione nel febbraio 2011. Tuttavia, Sheen è andato su Lorre in un'intervista radiofonica con Alex Jones, definendo il suo capo un clown e un ciarlatano. In altre parti del suo bizzarro sfogo, Sheen si è vantato di essere un F-18 con la poesia nella punta delle dita con un esercito di stregoni assassini del Vaticano e che il suo tasso di successo è stato del 100 percento, rispetto al tasso di successo del 5 percento del culto di contrabbando Alcolisti Anonimi.



Modi di separazione

Quindi, il 7 marzo, la Warner Bros. Television ha dato il benvenuto a Sheen. Dopo un'attenta valutazione, la Warner Bros. Television ha interrotto i servizi di Charlie Sheen su Due uomini e mezzo con effetto immediato, ha affermato la società in una nota.

In una lettera ottenuta da TMZ , gli avvocati della Warner Bros. hanno detto all'avvocato di Sheen che l'attore era stato coinvolto in una condotta pericolosamente autodistruttiva e sembra essere molto malato. La lettera citava anche la ragionevole opinione in buona fede della Warner Bros. secondo cui il signor Sheen ha commesso reati che comportano turpitudine morale (incluso ma non limitato alla fornitura di cocaina ad altri come parte dello stile di vita autodistruttivo che ha descritto pubblicamente).

L'addio senza cerimonie di Charlie Harper

Produzione attiva Due uomini e mezzo l'ottava stagione non è mai ripresa, e quando lo spettacolo è tornato per la stagione 9 quel settembre, Sheen era stato sostituito da Ashton Kutcher, nel ruolo del miliardario di Internet Walden Schmidt, che aveva acquistato la casa sulla spiaggia di Charlie Harper dopo che Harper era caduto sui binari della metropolitana a Parigi e è stato ucciso da un treno. (Il suo corpo è appena esploso come un palloncino pieno di carne, la fidanzata disprezzata di Charlie dice alle persone in lutto al funerale.) Il personaggio ritorna alla fine della stagione 9, questa volta interpretato da Kathy Bates, spiegando che la sua dannazione eterna implica l'essere intrappolato in un vecchio corpo di ampio.



E nel finale di serie tre stagioni dopo, Charlie fa una resurrezione a sorpresa e torna a casa, solo per essere schiacciato da un pianoforte che cade negli ultimi secondi dello spettacolo, un doppio corpo che sostituisce Sheen per tutto il tempo.

Chi ottiene l'ultima risata?

Nel suo vanity card finale durante i crediti dello spettacolo , Lorre ha detto agli spettatori che a Sheen è stato offerto un ruolo nel finale della serie in cui l'attore avrebbe parlato dei pericoli dell'abuso di droghe ma avrebbe specificato che lui, essendo un guerriero ninja di Marte, era immune a quei pericoli. e poi sarebbe stato ucciso da un pianoforte che cadeva.



Abbiamo pensato che fosse divertente. Non l'ha fatto, ha aggiunto Lorre. Invece, voleva che scrivessimo una scena commovente che avrebbe organizzato il suo ritorno in prima serata in una nuova sitcom chiamata gli arpisti con lui e Jon Cryer. Abbiamo pensato che fosse anche divertente.

Lorre in seguito ci ha detto che l'account è tutto vero. Speravo che potessimo farlo accadere, ha spiegato. Pensavamo di avere la possibilità per lui di parlare alla telecamera e di avere gli ultimi minuti dello spettacolo interamente per sé. E poi lascia che si scateni l'inferno e inizia a far cadere pianoforti dal cielo. Non doveva essere.



Rimpianti, Sheen ne ha pochi

Ora, un decennio dopo il dramma #vincitore, la millanteria di Sheen è diventata rimpianto. La gente mi ha detto: 'Ehi, amico, è stato così bello, è stato così divertente da guardare. È stato così bello farne parte, supportare e tutta quell'energia e, sai, l'abbiamo attaccata all'uomo ', ha detto Sheen Yahoo! Divertimento in un'intervista pubblicata nel febbraio 2021. Il mio pensiero dietro questo è: 'Oh, sì, fantastico. Sono così felice di aver scambiato il pensionamento anticipato con un f—king hashtag.'

Sheen ha attribuito la triste saga alle droghe o agli effetti residui delle droghe, oltre a un oceano di stress e un vulcano di disprezzo, e ha commentato ironicamente che l'unica volta che gli è stato offerto il jet della Warner è stato quando l'ex CEO della CBS Les Moonves gli ha chiesto di volare in una struttura di riabilitazione.



Se potessi tornare indietro nel tempo a quel momento, sarei salito sul jet, ha detto al sito. Ed è stata quella gigantesca svolta a sinistra in quel momento che ha portato, sai, a una sequenza molto sfortunata di eventi pubblici e folli.

Ora, Sheen, che da allora ha recitato nella commedia FX Gestione della rabbia , si sta assumendo la responsabilità dei suoi misfatti mentre attende con impazienza quello che chiama il suo terzo atto.



C'erano 55 modi diversi per me di gestire quella situazione, e ho scelto il numero 56. E quindi, sai, penso che la crescita per me dopo il crollo o che si sciolga in avanti o si sciolga da qualche parte, comunque la si voglia etichettare, deve iniziare con l'assoluta titolarità del mio ruolo in tutto questo, ha aggiunto. Ed era disperatamente giovanile.