L'EP 'Medici: The Magnificent' parla del cast di Daniel Sharman e del salto nella stagione 2

medici-daniel-sharman Q & A Netflix

Torniamo indietro nel tempo. Per il 15 ° secolo per essere esatti.

È qui che iniziamo la storia continua della potente famiglia dei Medici nella seconda stagione del dramma storico di Netflix, Medici: The Magnificent, prodotto da Lux Vide, il cui CEO Luca Bernabei, è produttore esecutivo insieme a Frank Spotnitz. Ma, nei nuovi episodi, lanciati su Netflix venerdì, incontriamo Lorenzo de Medici ( Daniel Sharman a partire dal Teen Wolf e Temete i morti che camminano ) in un momento cruciale della storia della famiglia bancaria. Lo incontreremo anche 20 anni dopo gli eventi della prima stagione della serie, intitolata Medici: Maestri di Firenze.



Nei primi minuti della nuova stagione, incontriamo l'ormai adulto Lorenzo, suo fratello Giuliano (Bradley James) e il loro padre, Piero (Julian Sands) ma, come di solito accade nei drammi storici, eventi insidiosi si svolgono rapidamente e noi ' Vedrò che le vite dei fratelli sono cambiate drasticamente. La serie di otto episodi, che vede anche la partecipazione di Sean Bean ( Game of Thrones ), è rapido, bello - con effetti visivi girati in Italia - e accattivante, con un cast accattivante che dovrebbe essere la migliore visualizzazione sulla tua coda Netflix.



Per saperne di più sulla seconda stagione, TV Insider ha parlato con Spotnitz ( Gli X-Files ) sul salto temporale dalla Stagione 1, con il ruolo da protagonista, e l'impatto che gli eventi del 15 ° secolo hanno avuto sui giorni nostri.

La seconda serie salta avanti nel tempo dalla prima. Cosa c'è in questo periodo di tempo che ha reso il lavoro migliore per la storia che volevi raccontare?



Frank Spotnitz: Quando il mio collaboratore Nicholas Meyer e io abbiamo iniziato a guardare la saga della famiglia Medici, si è diffusa nel corso dei secoli e c'erano così tante storie e personaggi fantastici che non eravamo sicuri da dove cominciare. Alla fine abbiamo deciso di concentrarci prima sul rapporto tra Cosimo ( Guardia del corpo 'S Richard Madden) e suo padre Giovanni (vincitore del premio Oscar Dustin Hoffman), il patriarca che ha portato la famiglia nel settore bancario.

Richard Madden Medici: Maestri di Firenze (Netflix)

Ma era chiaro che il personaggio più grande e drammatico di tutti era Lorenzo il Magnifico. Quindi, quando abbiamo iniziato questa stagione, non c'erano dubbi sul fatto che sarebbe stato al centro. In effetti, abbiamo preso in giro il suo personaggio nella scena finale della stagione precedente, quando Lucrezia (poi interpretata da Valentina Belle) è incinta e annuncia che chiamerà il bambino Lorenzo. Ma sapevamo che Lorenzo era un personaggio troppo grande e drammatico da contenere in una sola stagione, quindi questi otto episodi portano il pubblico al centro della sua vita. La prossima stagione, che abbiamo appena finito di girare, sarà dedicata agli ultimi capitoli della sua vita.



Quali sono alcuni dei problemi che volevi esplorare nella seconda serie a cui anche il pubblico contemporaneo può riferirsi?

Il tema della stagione precedente era 'a volte devi fare del male per fare del bene'. In questa stagione, Lorenzo è giovane, brillante e idealista e decide di 'fare del bene per fare del bene'. Si scopre che non è così facile. Le forze trincerate delle generazioni più anziane sono disposte a ricorrere a tutti i mezzi necessari per proteggere il loro potere e resistere al cambiamento. Sembrava un tema enormemente contemporaneo, che è diventato solo più rilevante nell'ultimo anno.

Il cast di Medici , Stagione 2 (Netflix)



Lorenzo - e Daniel Sharman che lo interpreta - porta gran parte della serie sulle sue spalle (e fa un ottimo lavoro!). Cosa porta Daniel nel ruolo?

È stato un ruolo così difficile da interpretare! La verità è che Lorenzo sembra un personaggio quasi incredibile. Era bravo praticamente in tutto e fin da giovanissimo. Avevamo bisogno di qualcuno che non solo avesse la presenza, ma l'intelligenza per farci credere che fosse davvero una figura straordinaria, nonostante la sua giovinezza. Daniel sembrava abitare il ruolo fin dal primo giorno. Lo ha reso facile, anche se so che non lo era affatto.



Lorenzo ha molta compassione per le classi che stanno lottando per sopravvivere anche se appartiene a una classe superiore. Da dove viene quella compassione?

Lorenzo è nato in un privilegio e ha avuto tutti i vantaggi di un'educazione rinascimentale, quindi nel nostro racconto era davvero molto illuminato e determinato a usare il suo considerevole potere e influenza per cambiare il mondo in meglio. È straordinario quando si guarda a quanti soldi la famiglia Medici ha speso per lavori pubblici e per provvedere all'uomo comune, qualcosa di impensabile per i banchieri moderni. E ovviamente era anche uno dei più importanti mecenati dell'arte nella storia.



Dove hai girato la serie e in che modo il luogo è stato vantaggioso nel raccontare la storia?

Fa una grande differenza poter girare in Italia, invece di raddoppiarlo in un paese dell'Europa orientale, come molte altre produzioni sono costrette a fare per ragioni di bilancio. Abbiamo girato su alcuni palcoscenici a nord di Roma, ma abbiamo avuto il privilegio di avere un accesso straordinario a luoghi in tutta la Toscana e nella città di Mantova in Lombardia. Siamo andati in questi splendidi villaggi come Pienza, Montepulciano e Volterra, dove è possibile girare enormi panorami che sembrano praticamente gli stessi di quelli del 15esimo secolo. È stata una gioia venire al lavoro e le immagini sullo schermo sono semplicemente mozzafiato.



La storia dei Medici è già stata raccontata in precedenza: hai trovato qualcosa di sorprendente o inaspettato nella tua ricerca che distingue questa serie?

Penso che nell'era moderna tendiamo ad avere una sorta di arroganza casuale, supponendo che siamo la generazione più sofisticata perché siamo le ultime. Ma è profondamente umile guardare la famiglia dei Medici e ciò che hanno realizzato più di quattro secoli fa. Potrebbero davvero 'aver fatto del male per fare del bene', ma hanno fatto avanzare la nostra civiltà in modi che sembrano quasi inimmaginabili oggi. Ho trovato la loro ambizione profondamente stimolante e i sacrifici che hanno fatto per vincere i loro risultati sono molto commoventi. Credevano di poter cambiare il mondo, e lo fecero.

Medici: The Magnificent, Stagione 2, streaming, Netflix