'My Brilliant Friend' è una storia di rottura dei confini, afferma l'EP Jennifer Schuur

Anteprima HBO

Viva girl power ... o, nell'Italia patriarcale degli anni '50, le piccole ribellioni del gentil sesso. Il nuovo dramma della HBO Mio geniale amico , basato sul bestseller di Elena Ferrante, segue un'amicizia che cambia la vita tra Elena intelligente e obbediente e Lila abbagliante e indomabile. Oltre otto episodi emotivi, maturano dai bambini agli adolescenti in una zona di Napoli povera e piena di pericoli.

Dopo la seconda guerra mondiale, 'Tutti stanno cercando di rimettere in sesto i pezzi della propria vita', afferma il produttore esecutivo Jennifer Schuur. “Le donne sono mogli, madri e donne delle pulizie. Se falliscono, vengono picchiati. Queste due ragazze sono selvaggiamente diverse, ma le loro anime si parlano. Ciò crea attrito ma è anche una grande forza di amore e sostegno. '



Il tempo ha richiesto il casting di due serie di attrici: le nuove arrivate Elisa Del Genio e Ludovica Nasti come Elena e Lila d'infanzia, e Margherita Mazzucco e Gaia Girace per gli anni successivi. Gran parte della serie in lingua italiana è stata girata in Italia su un set all'aperto - un quartiere squallido che il team di produzione ha costruito da zero.



Nel loro ambiente opprimente, la meno assertiva Elena cerca di tenere il passo con la sua amica accademicamente. E Lila rifiuta ostinatamente di abbandonare una vita intellettuale significativa quando è uscita da scuola per lavorare nel negozio di suo padre. 'Le ragazze colpiscono i confini', schivando i ragazzi a tentoni e la pressione di sposarsi, dice Schuur, che spera di adattare tutti e quattro i libri (che durano 60 anni) nella serie di Ferrante. “La loro amicizia sfida e li spinge a essere migliori di quello che avrebbero potuto desiderare per se stessi. È una storia d'amore '.



Mio geniale amico , Serie Premiere, domenica 18 novembre, 9 / 8c, HBO

TV Guide Magazine

Questo articolo è apparso anche nel numero 12 novembre - 25 novembre di TV Guide Magazine.

Iscriviti a TV Guide Magazine .