'NCIS: New Orleans': Daryl 'Chill' Mitchell a lavorare con il vero amico Kurt Yaeger

114505_0080b Q & A Sam Lothridge / CBS

Nell'episodio del 2 aprile di NCIS: New Orleans , Patton (Daryl 'Chill' Mitchell) è al centro della scena mentre tenta di risolvere l'omicidio di un caro amico.

L'episodio 'In Plain Sight' presenta anche un grande cast di comparse e guest star che sono tutte colpite da disabilità come 'Chill', che è paralizzato dalla vita in giù. Una di quelle guest star è l'amico di Mitchell Kurt Yaegar ( Figli dell'anarchia ), che interpreterà Kevin Simms, un agente delle forze dell'ordine che si occupa di un infortunio che gli cambia la vita.



Prima del debutto dell'episodio speciale, abbiamo parlato con 'Chill' del lavoro con Yaegar, dell'importanza della rappresentazione e altro ancora.

Questo episodio è enorme per Patton. Cosa dovrebbero aspettarsi gli spettatori?

Daryl 'Chill' Mitchell: Quando mi danno un episodio completo, sanno che mi farò vedere - senza dubbio mi farò vedere. Ma avere questo cast di supporto ... Voglio dire, devi separare le tue emozioni perché mi sento così incredibilmente felice per Kurt (Yaeger) ... che ho dovuto contenere me stesso ... Lui è mio amico, quindi è diventato così molto più facile quando lavoro con lui.



(Credito: CBS)

Quanto sei stato coinvolto con la trama di questo episodio? C'è stata qualche collaborazione tra te e la stanza dello scrittore?

La cosa buona era (che aveva) il buono e il cattivo. La parte buona è che hai Katherine (Beattie) che è la scrittrice e la parte cattiva è che lei conosce il mio dolore, sfortunatamente. Quindi non c'era davvero molto da fare, era nelle parole. Ho dovuto solo attaccare l'emozione, quindi questa era la cosa principale. Ma Katherine l'ha inchiodato - l'ha inchiodato e ... una volta che l'ho preso e messo quella musica, è una canzone completamente diversa.



Ospite di Kurt Yaeger è protagonista nell'episodio. Cosa puoi stuzzicare sul suo ruolo?

Kurt di solito è un cattivo in molte cose che fa, ma questa volta Kurt non è il cattivo. Mostra molta distanza ed emozione e mostra una vera vulnerabilità che di solito non usciresti da un ragazzo come lui ... Penso che sia stato più facile perché sai che ci stavamo alimentando a vicenda.

(Credito: CBS)



Sei stato amico di lui per quasi 10 anni. Come vi siete incontrati?

Io e Kurt ci siamo incontrati a funzioni, come diversi benefici e cose del genere. E mi sarei rotto con lui e lui si sarebbe rotto con me ... Nel corso del tempo ci vedevamo e dicevamo sempre: 'Oh sì, amico, dobbiamo lavorare insieme'. Abbiamo sempre cercato di capirlo - che tipo di idea avremmo avuto per lavorare insieme.



Quindi mi darebbe storie sulla sua vita, e io gli darei storie sulla mia vita, e abbiamo sempre cercato di capire come potevamo metterli insieme e ... viene chiamato a fare NCIS: New Orleans, e io sono tipo 'Yo, questo non può essere reale ...' Gli ho detto un giorno, 'In qualche modo, in qualche modo, devo farti partecipare a questo spettacolo' e non so cosa sia ... Non avevo niente a che fare con esso.

Questo episodio è caratterizzato da personale delle forze dell'ordine ed ex membri militari con disabilità. Come ti senti a vedere quel tipo di rappresentazione che si svolge nel tuo show?



Il più delle volte, se vedi persone disabili in un film o in uno spettacolo televisivo, è un documentario. Questi sono veri attori, persone che hanno studiato l'arte e sono venuti qui per esibirsi in uno dei franchise più votati in televisione. Quindi, devo togliermi il cappello dalla CBS, perché quando permettono che accadano cose del genere, fanno davvero la differenza.

Abbiamo Paralympians nello show, e volevano assumere persone stuntman ... Katherine era tipo 'Nah ... pensi che qualcuno possa stare su una sedia a rotelle e spingere? No, non puoi. E tu sai cosa? La parte divertente è stata vedere LeVar Burton, che ha diretto una scena, ha detto 'Cut'. Avresti dovuto vedere quanti membri dell'equipaggio corsero per salire su quelle sedie solo per sentirne l'impatto.



(Credito: CBS)

Correvano verso le sedie, perché erano così colpiti dal modo in cui questi ragazzi potevano spostare le sedie e da come stiamo facendo quello che stiamo facendo ... Ha aperto gli occhi ... Quindi, spero che sia quello fa quando va in onda.

Patton si occupa anche della perdita di un amico all'inizio dell'episodio. Com'è attingere al suo lato emotivo?

La cosa con me, una volta entrato, conosco la temperatura del mio personaggio, del personaggio che dovremmo essere. So cosa significano i miei amici per me, so cosa significa la mia famiglia per me e posso affrontarlo. Una volta che sono in quel mondo, sono in quel mondo. Molte volte, la gente andrà nel mondo e sarà ancora se stessa, entro come Patton ... Una volta chiuso, tutto qui, me ne vado.

(Credito: Sam Lothridge / CBS)

Cosa speri che i fan escano da questo episodio?

Non è qualcosa che spero, è qualcosa che so che accadrà. Molte persone non lo vedono, ma il mondo sta cambiando. Sta diventando più accettabile, sta diventando più ben informato, e questo darà conferma di ciò che molte persone già credono: che le persone disabili sono persone, contano. E sono stati qui e sono qui e ... siamo persone, lo vedranno. Ci occupiamo di cose, ed è quello che mi piace di questo episodio, perché abbiamo a che fare con qualcosa, non ci sono scorciatoie. Ci stiamo occupando.

NCIS: New Orleans , 'In Plain Sight', martedì 2 aprile, 10 / 9c, CBS